Chatta con noi X
SCRIVI
Laos

DESCRIZIONE

Il Laos è uno dei paesi più selvaggi dell’Indocina, ancora incontaminato sia da un punto di vita naturalistico che da un punto di vista culturale. Questo isolamento ha permesso ai laotiani di mantenere intatti usi e costumi, consentendo a chi viaggia in Laos di rendere ancora più profondo e marcato l’impatto con la cultura locale. Il Laos rappresenta uno dei paesi al mondo più ricchi di tribù e gruppi etnici, ed è la meta ideale per chi ama uscire dai percorsi turistici soliti anche a discapito delle comodità. Le sistemazioni alberghiere infatti richiedono un buon spirito di adattamento e gli spostamenti spesso sono lenti e difficoltosi. Per chi volesse vivere un’esperienza veramente unica, è possibile prevedere il pernottamento di una notte presso una famiglia laotiana, in un tipico villaggio, in modo da potersi calare totalmente nell’atmosfera che lascia un ricordo indelebile in chi visita questo straordinario paese. Il ritmo lento e pacato della sua popolazione si avverte nella natura che costeggia il fiume Mekong, lungo il sentiero che porta fino a Ho Chi Min, o ancora nella singolare Piana delle Giare, ma anche nelle aree urbane che conservano ancora la tranquillità di un tempo, come Luang Prabang, che ancora mostra pochi segni di moderni, o nella capitale, Vientiane.

SISTEMA TRASPORTI - molto scarso
Quasi nessuna strada risulta asfaltata tranne quelle dei principali centri e la Strada Nazionale 13, vera spina dorsale dei trasporti laotiani. Il resto del sistema viario diventa in gran parte impraticabile durante la stagione delle piogge. Inesistente qualunque struttura ferroviaria. Scarsi i collegamenti aerei interni e internazionali. Aeroporti principali: Luang Prabang, Vientiane, Pakse.

SISTEMA OSPITALITÀ - scarso
Poche strutture concentrate nella capitale.

DATI PAESE - Nome completo: Repubblica popolare democratica del Laos Posizione: sud-est asiatico. Confini: nordovest Myanmar e Cina, nord-est Vietnam, sud Cambogia, sud-ovest Thailandia Fuso orario: UTC +7, +6 rispetto all'Italia, +5 durante ora legale Supercie: 237.000 kmq Capitale: Vientiane Popolazione: 7.019.000 Religione: 65% buddhisti, 32,9% animisti, 1,3% cristiani, 0,8% altre religioni Lingue: laotiano (lingua ufficiale), francese, inglese, dialetti locali Misure: sistema metrico decimale. Nelle zone rurali capita a volte di trovare le distanze espresse in meun (1 meun = 12 km) e di calcolare il peso dell’oro e dell’argento in bath (1 bath = 15 g).

VALUTA - Kip laotiano (LAK). 1 € è pari a circa 9718.839 LAK (28 Gennaio 2019) Carte di credito: le principali sono accettate nei maggiori alberghi Cambio: portare euro. È possibile anche pagare in dollari USA e bath thailandesi.

ELETTRICITÀ - 230 V e 50 Hz Prese elettriche: tipo A, B, C, E, F (munirsi di adattatore).

DOCUMENTI - passaporto con validità residua di almeno 6 mesi e visto d’ingresso, da richiedersi presso le rappresentanze diplomatico-consolari del Laos. Per soggiorni brevi, è possibile ottenere il visto alla frontiera aeroportuale (Vientiane, Luang Prabang, Pakse) e presso il Thai-Lao Friendship Bridge. Per il visto, valido 30 giorni (prorogabili presso il dipartimento d’immigrazione locale), è necessaria una fototessera. Si ricorda che dal 26 giugno 2012 tutti i minori italiani in viaggio all'estero devono essere accompagnati da documento d'identità individuale. È obbligatorio muoversi con il passaporto appresso, per non rischiare sanzioni.

GUIDA - patente internazionale Auto: assicurazione auto raccomandata.

COMUNICAZIONI E TELEFONIA Prefisso internazionale: 00856 GSM: Copertura limitata alla capitale e pochi altri centri urbani. Standard GSM 900/1800 (come in Italia). Operatori locali: Enterprise of Telecommunications Lao, Lao Asia Telecommunication State Enterprise, Lao Telecommunications e Millicom Lao. Internet: servizio disponibile solo nelle principali città Estensione web: .la.

NORME, LEGGI E COMPORTAMENTI - l’importazione e l’uso di stupefacenti sono severamente puniti, anche con la pena di morte. Anche la prostituzione è perseguita con severità. L’omosessualità non è vietata dalla legge locale, ma si raccomanda molta prudenza.

SITUAZIONE SANITARIA - non esistono vaccinazioni obbligatorie. Consigliate, su parere medico, la vaccinazione anticolerica e la profilassi antimalarica (diffusa nelle zone rurali). Negli ultimi anni si sono registrati alcuni casi di aviaria. Le strutture sanitarie sono carenti anche nella capitale ed è sconsigliato sottoporsi a cure ospedaliere in loco, anche in caso di emergenza. Difficoltosi i rimpatri sanitari di emergenza. L’Ambasciata di Francia in Laos è competente per l’assistenza sanitaria d’emergenza ai cittadini italiani.

FESTIVITÀ - 1-3 gennaio, Capodanno internazionale; 6 gennaio, Giorno di Pathet Lao nella capitale Vientiane; 20 gennaio, Giorno dell’esercito; gennaio/febbraio, Anno nuovo cinese e vietnamita; 8 marzo, Festa delle Donne; 22 marzo, Giorno del partito della gente; aprile, Pii Mai Lao (nuovo anno laotiano tradizionale); 1 maggio, Festa del lavoro; maggio, Bun Bang Fai, Festival dei razzi; 1 giugno, Giorno dei bambini; 13 agosto, Lao Issara, Giorno del Laos libero; agosto, Haw Khao Padap Dinh, Giorno di commemorazione dei morti; 2 dicembre, Giorno d’Indipendenza; dicembre/gennaio, Bun Pha Wet (celebra la nascita del principe Vessantara, penultima reincarnazione del Buddha).

CLIMA - tropicale monsonico, con due stagioni determinate dai monsoni. La stagione secca va da inizio novembre a fine febbraio, con giornate calde e notti relativamente fresche. Periodo caldo e umido da marzo ai primi di maggio, cui segue la stagione delle piogge, fino a metà ottobre, caratterizzata da temporali, inondazioni e tifoni.

DON KHONG
È una delle più grandi isole situate all’interno del fiume Mekong e si compone di due villaggi, Muang Saen e Muan Khong, su entrambe le sponde dell’isola e vive di pesca e dalla vendita delle noci di cocco. Durante la colonizzazione francese, fu un importante centro di collegamento per il transito di merci tra il Laos ed il Vietnam. E qui si trovano ancora i resti dell’unico tratto di ferrovia costruita in Laos, sfruttata per sorpassare le rapide e le cascate che inibiscono la navigazione.

HUAY XAI
È il capoluogo della provincia di Bokeo e si trova nel Laos settentrionale, al confine con la Thailandia e nel cuore del Triangolo D’Oro. La città sorge sulle rive del Mekong ed è un ottimo punto per attraversare la frontiera, in soli 15 minuti di barca. Le barche che fanno la traversata sono delle grandi canoe di legno, caricate di merci di ogni genere. Tra le attrattive vi è anche un forte francese in rovina, situato sulla collina che sovrasta la città.

LUANG PRABANG
Dal 1995 dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco, Luang Prabang è una delle destinazioni più affascinanti del Laos e in generale del sud-est asiatico; tra wat oro e rosso, tra processioni dei monaci con le tipiche tuniche arancioni, tra gli edifici in stile coloniale e i profumi tipicamente orientali, la città è pervasa da un’atmosfera rilassata e quasi immutabile, dove la vita scorre lentamente con le sue tradizioni millenarie. Luang Prabang offre diverse attrazioni, a cominciare dal Museo del Palazzo Reale, edificato nei primi anni del ‘900 ad opera del re Sisavang Vong: qui è possibile visitare le stanze reali, come quella delle udienze e del trono, oltre che ammirare le collezioni di pezzi antichi che espone. Da non dimenticare i numerosi wat, ossia monasteri finemente intagliati e decorati: fra questi spicca il più famoso, quello di Xieng Thong, che possiede un meraviglioso mosaico raffigurante l’albero della vita e diversi stupa.

PAK OU
Situata alla fine del fiume Ou, è celebre per le sue grotte. All’interno vi si trovano centinaia di sculture di legno raffiguranti il Buddha in miniatura.

PAKBENG
È un piccolo villaggio dell’alto Laos e si trova sulle rive del fiume Mekong. Importante a livello turistico in quanto la mattina presto si tiene un animato e variopinto mercato, frequentato dalle etnie dei dintorni che scendono dalle montagne per vendere i loro prodotti.

PAKSE
È il capoluogo della provincia di Champasak e si trova nel Laos Meridionale. È caratterizzata da numerosi villaggi delle minoranze etniche mon-khmer poste sull’altipiano del Bolaven, una regione ricca di piantagioni di tè e caffè. Il territorio è occupato principalmente dalla pianura del Mekong e la sua principale attrattiva è il gran numero di templi Khmer che sono stati costruiti in questa zona e nelle zone limitrofe.

VIENTIANE
È la capitale del Laos e si trova al centro di una vasta pianura coltivata a riso, in mezzo a fertili pianure alluvionali, sulla riva sinistra del fiume Mekong. La città è espressione delle numerose culture presenti nel luogo, lao, thailandese, cinese, vietnamita e francese, che si fondono a formare il centro più grande del Laos.Il monumento più importante per i laotiani è il “Pha That Luang”, simbolo della religione buddista e della sovranità della nazione. In città vi sono altri monumenti importanti, tra cui il monastero di Vat Si Saket, il Tempio più antico di Vientiane, con le mura ricche di nicchie che contengono al loro interno più di 2000 immaginette di Buddha e il tempio Vat Pha Kaew, il museo che all’epoca ospitava il tempio reale. Merita una visita il mercato del mattino, una disordinata distesa di bancarelle che restano aperte ogni mattina dalle 6.00 alle 18.00.

Un viaggio, un’esperienza
Da non perdere

SFUMATURE INTENSE - Africa e Medio Oriente

guarda LE PROPOSTE >

SCOPERTE INASPETTATE - Nord America e Messico

guarda LE PROPOSTE >

ARMONIE INSOLITE - Asia e Oceania

guarda LE PROPOSTE >

GOCCE D'OCEANO - Mari e Oceani

guarda LE PROPOSTE >